Cura epatiti virali croniche

Le possibilità di cura delle Epatiti Virali croniche, che sono essenzialmente le Epatiti Croniche da Virus B (HBV) e Virus C (HCV), dopo decenni di risultati scarsi o assenti, hanno visto negli ultimi 4-5 anni (per HBV) e nell’ultimo anno (per HCV) una precedentemente incredibile impennata.

Le risposte con Interferone erano o nulle per HBV (almeno per la nostra realtà italiana) o piuttosto scarse per HCV, nonostante l’ingresso della Ribavirina e degli Interferoni a rilascio prolungato.

Oggi le possibilità di controllo del virus B con Lamivudina prima, ma soprattutto con Entecavir e Tenofovir poi, hanno raggiunto praticamente il 100% anche se il prezzo da pagare è che il trattamento ben raramente si può sospendere e deve procedere indefinitamente. Ma è ben tollerato e con pochi rischi che i farmaci perdano di efficacia nel tempo.

Le possibilità di successo con il virus C sono diventate elevatissime (il risultato peggiore che si possa attendere sulla carta per i pazienti più compromessi è dell’85%!) ma in questo caso con un trattamento breve, a termine, di 3 mesi (6 nei casi peggiori).

La grossa differenza però è nel costo, accettabile per HBV, esagerato per HCV.

Sarebbe molto bello ed auspicabile che si possano trattare TUTTI i soggetti HCV positivi, evitando così la loro evoluzione in cirrosi, ma questo avverrà solo se i prezzi dei farmaci si ridurranno sostanzialmente.

La strada però è tracciata e il futuro sicuramente si riserverà delle piacevoli sorprese (e perché no, soddisfazioni) in tal senso.

Alessandro Chiodera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *